I DISTURBI DEL SONNO: CAUSE E RIMEDI

29 Novembre 2021 By Michele Di Donato 0

I DISTURBI DEL SONNO: CAUSE E RIMEDI

Insonniadifficoltà ad addormentarsirisvegli troppo frequenti o precoci, non sono problemi banali poiché possono, se trascurati, avere effetti dannosi sulla salute.

Soprattutto con l’arrivo della stagione calda, i disturbi del sonno colpiscono sempre più persone, se ne stima circa il 10% della popolazione adulta, che ne soffre in modo ricorrente.

Scopriamone insieme cause e rimedi!

Dormire poco e male può ripercuotersi negativamente su tutto l’organismo, provocando stanchezza cronicasonnolenza diurnairritabilitàdiminuzione della concentrazionescarsa capacità di attenzione e di apprendimento, oltre ad alcune patologie vere e proprie, come diabete mellito e obesità.

Alla base della scarsa qualità del sonno possono esserci:

•        Cause soggettive: stress, preoccupazioni, problemi, orari di lavoro irregolari, jet-leg, lutti.

•        Cattive abitudini: televisori, smartphone, tablet e dispositivi tecnologici sempre accesi in camera da letto, alimentazione scorretta e abuso di sostanze stimolanti ed eccitanti.

•        Fattori ambientali: rumori esterni che impediscono o frammentano il sonno, temperatura troppo elevata.

•        Patologie croniche: ipertiroidismo, ansia, depressione, sindrome delle gambe senza riposo, sonnambulismo, malattie respiratorie come l’apnea ostruttiva notturna (OSAS), oppure ipersonnia diurna.

In caso di episodi frequenti di sonno disturbato, è opportuno consultare il medico, per stabilirne cause e soluzioni adeguate, anche di natura farmacologica se opportune.

Qualora i problemi fossero, invece, occasionali, è possibile applicare alcuni accorgimenti che aiutino a regolarizzare i ritmi sonno-veglia.

Eccone qualcuno:

•        Il riposo notturno è disturbato dall’uso di eccitanti come caffeina, alcool, stupefacenti e nicotina. Si consiglia, perciò, di escludere o limitare l’uso di queste sostanze durante tutta la giornata, in particolar modo la sera.

•        Una buona digestione riveste un ruolo fondamentale per dormire correttamente.

Per favorire un riposo sereno è bene non andare mai a letto subito dopo mangiato, in particolar modo dopo aver consumato pasti abbondanti, eccessivamente grassi o pesanti.

•        Sebbene l’attività fisica praticata con moderazione, aiuti a migliorare la qualità del riposo, non andrebbe svolta a ridosso delle ore serali.

•        Se l’insonnia è il sintomo di problemi di natura psicologica può essere di giovamento applicare alcune tecniche di rilassamento come gli esercizi respiratori e la meditazione.

•        Per un sonno ottimale a volte potrebbero essere sufficienti alcuni semplici accorgimenti tecnici: giusto cuscino e materasso, temperatura della stanza adeguata (mai troppo alta), buio necessario.

•         Da provare il rimedio per antonomasia della nonna: sorseggiare una tazza di camomilla prima di andare a letto. Funziona, ma a patto di prepararla nel modo giusto, ossia non superando i tempi di infusione di 2-3 minuti, onde evitare che faccia l’effetto contrario, rilasciando un eccesso di sostanze eccitanti.

•        Sì agli integratori di melatonina, ottimi alleati nella lotta contro l’insonnia e i disturbi del sonno. Quest’ormone, infatti, serve a regolarizzare il battito cardiaco, favorendo il rilassamento.

E tu, come combatti i disturbi del sonno?

Raccontaci la tua esperienza o se hai dubbi o bisogno di ulteriori informazioni sull’argomento, contattaci… lo staff FarmaRusso è a tua disposizione!